Iscriviti    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » Novità amplificazioni Giovanetti » Amplificatori chitarra e basso




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Messaggio Inviato: mar mar 11, 2008 9:24 pm 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: ven gen 26, 2007 5:01 pm
Messaggi: 597
Un'altra leggenda internettiana è quella delle valvole di marca.

Anche qui ne ho sentite veramente di tutti i colori e putroppo anche viste di tutti i colori.

Internet si sà è il più potente vettore per la conoscenza ma anche il più potente vettore per l'ignoranza, la disinformazione e la confusione ed è quindi il campo più fertile per far fare soldi ai furbi, con la complicità inconsapevole delle migliaia di poveri sprovveduti che con mania di protagonismo farciscono di tonnellate di post inutili e confusionari i vari forum dell'ambiente.
Se avete provato un certo tipo di valvola e non vi è piaciuto il risultato, non andate a fare i saccenti sul tal forum di moda consigliando a destra e sinistra di non montarle. Molto probabilmente ve le hanno vendute non accoppiate oppure non avete tarato il BIAS come si deve.

Ormai si costruiscono valvole da più di 80 anni e come per tutte le cose ne sono state costruite molto più di quelle che realmente servivano all'epoca, specilmente con l'arrivo della seconda guerra mondiale si sono "inventate" e costruite un numero tale di valvole che ancora riempiono i magazzini militari.
Le grandi ditte storiche hanno spesso delegato la costruzione delle loro valvole a ditte secondarie creando una rete di specializzazione incredibile dove una ditta si specializzava a costruire pochi modelli e li rimarchiva con i marchi delle major distributrici.

Con l'avvento dei transistor questa rete così capillare è crollata come un castello di carte, pur rimanendo una richiesta minima di valvole come potevano tante piccole ditte rimanere aperte continuando a fare solo qualche modello ?
Oltre tutto queste ditte erano sussidiarie e spesso compartecipate di colossi come Philips o RCA o General Electric, e con questa gente si sà se non fai soldi o chiudi o ti converti a costruire lampadine o i magnetron dei forni a microonde (che sono molto simili ad una valvola).

Dagli anni 70, dopo aver dato fondo ai magazzini, ci si è resi conto che nei paesi dell'EST e in Cina le valvole continuavano ad essere costruite per equipaggiare il parco "radio" (specialmente militare) e TV di quei paesi ancora tecnologicamente arretrati.
Da li al farsi costruire le valvole da queste fabbriche il passo è stato molto breve.

Le ditte dell'est sono diverse ed hanno anche loro una storia.
In Russia ci sono 3-4 fabbriche (più altre 2-3 che fanno valvole di potenza per i ponti radio), ovviamente a quel tempo statali ma con la caduta del muro sono state in poco tempo acquistate da multinazionali americane da cui sono nate :

la Svetlana il cui marchio era una C (credo che in cirillico sia l'iniziale di Svetlana) a SanPietroburgo (allora Leningrado) ora posseduta dall'americana SED inc. (Svetlana Electron Devices)
Immagine

La Sovtek con le 2 fabbriche vicino a Mosca , la Reflektor di Saratov e la Ulyanov di Ulyanovsk possedute dalla New Sensor Co. di New york che marchia le valvole sia Sovtek sia Electro Harmonix .
Esatto le Sovtek e le EH sono fatte fare nelle stesse fabbriche dallo stesso distributore, la New Sensor che acquistati i diritti del nome Electro Harmonix (ditta americana fallita) hanno visto bene di dare una rinnovata ai propri modelli e marchiarli con un nome molto più accattivante del troppo "comunista" e poco "di qualità" Sovtek.

La EI Elektronska Industrija allora Jugoslava ora Serba (durante i bombardamenti della guerra in Kossovo, a cui hanno partecipato anche i nostri aerei, la fabbrica è stata bombardata. Del resto si sa la musica è un'arma potente :lol: ) che era una delle sussidiarie della Philips e utilizza ancora i macchinari originali Philips

La JJ Slovacca che ha poco o niente a che vedere con la Tesla (ancora la maggiorparte della gente non ha capito la differenza, però giustamente perchè ha avuto una vita travagliata).
La Tesla era una ditta Cecoslovacca (quando esisteva ancora la Cecoslovacchia) credo situata vicino a Praga, che costruiva delle valvole ottime che venivano montate nei Marshall degli anni 70 ormai orfani delle più prestigiose Mullard inglesi.
Alla caduta del muro e alla seguente divisione dellla Cecoslovacchia in Repubblica Ceca (ricca, europea e tedesco orientata) e repubblica Slovacca (povera, arretrata e russo orientata) la Tesla ha chiuso e i macchinari sono stati rilevati da un imprenditore intelligente che consapevole che i cechi (abitanti della Repubblica Ceca, non i non vedenti :lol: ) col cazzo che avrebbero continuato a lavorare per 2 soldi come sotto il comunismo, ha trasferito tutta la fabbrica nella Rep. Slovacca e in un primo momento ha marchiato le nuove valvole Teslovak e poi JJ. (che sono le iniziali dell'imprenditore).
Ovviamente i venditori più furbi giusto per fare un pò di disinformazione scrivono JJ/Tesla sui loro listini.

Poi vengono le valvole cinesi che come per tutte le cose che hanno fatto i cinesi le prime facevano pietà (le valvole che facevano i cinesi per il loro mercato erano completamente diverse da quelle americane e europee), poi sono un pò migliorate anche se la concorrenza delle suddette ditte ultimamente le ha quasi fatte sparire dalla circolazione.

Questi sono le uniche fabbriche che al momento costruiscono valvole.

E allora tutti i marchi che ultimamente spuntano come funghi ???

Sono tutti rimarchiatori.

Cos'è un rimarchiatore?
Semplicemente una ditta che compra grosse quantità di valvole dalle suddette fabbriche è le marchia con il proprio nome.

Come ho spiegato sopra il rimarchiare valvole negli anni precedenti al "crollo di domanda" era una cosa normalissima e onestissima, addirittura tutto il circuito di fabbriche Philips utlizzava un sistema di marchiatura ad acido di ogni tubo da loro costrito per sapere immediatamente in quale fabbrica fosse stata fatta (parliamo di almeno 25-30 fabbriche in tutto il mondo), altre scrivevano Foreign made per far capire che non l'avevano fatta loro.

Il primo vero rimarchiatore (credo sia il primo ma potrei anche essere smentito) del "dopo età dell'oro della valvola" è stata la Groove Tubes.
Il signor Aspen Pittman patron della GT ha intuito che vista la scarsissima qualità dei primi tubi prodotti in Cina e nell'est ci voleva una scrematura e una selezionatura (cosa che fino a quel momento non era nemmeno venuta in mente dato che la qualità dei tubi era eccellente e la scrematura era fatta direttamente in fabbrica dato che era gente che ci teneva al proprio nome).
Ovviemente con questa storia della selezionatura ha un pò esagerato secondo me (anche marciato :lol: ), dato che sei vuoi selezionare le valvole migliori incominci scartando quelle fabbriche che le fanno peggiori, invece il signor Pittman ha rimarchiato tutto ma proprio tutto salvo che scriveva nel suo libro (un best seller nel mondo degli "addetti ai lavori") frasi del tipo "La 6L6C (C stà per cinese) da un suono molto caldo facile alla distorsione, una potenza limitata ottima se il vostro amplificatore suona troppo forte, ma una durata di almeno la metà delle altre (le altre sono le russe).

Dietro a lui sono arrivati anche altri, per esempio la TAD (Tube Amp Doctor) la Golden Dragon (per le cinesi) la Valve Art (cinesi) la PM Guitars ecc ecc

Ultimamente sono anche saltati fuori i marchi prestigiosi del passato Mullard , Tung Sol, Gold Lion ecc.
Sono le stesse valvole che marchiate Sovtek (per fare un esempio) costano 10 e marchiate Mullard (sempre per fare un'esempio) costano 20.

Sono tutte valvole Russe, Slovacche, Serbe o cinesi, nulla hanno più a che vedere con i marchi più blasonati della storia delle valvole, ditte che sono state costrette a chiudere o a mettersi a costruire lampadine per gli alberi di natale, e che se gli chiedono di utilizzare il loro nome a distanza di 30 anni si fanno pagare e non ci pensano più.


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Indice » Novità amplificazioni Giovanetti » Amplificatori chitarra e basso


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Traduzione Italiana phpBB.it